COMUNICATO STAMPA: 153 PRODUTTORI DI BRUNELLO DI MONTALCINO UNISCONO LE LORO FORZE PER SALVAGUARDARE LA TIPICITA’ DI QUESTO GRANDE PRODOTTO DEL MADE IN ITALY

Mercoledì 15 ottobre sono state depositate nelle mani del Presidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino 149 firme di soci (su 248) del Consorzio del Brunello che chiedono un’assemblea per stabilire una volta per tutte che l’articolo 2 del Disciplinare di produzione del vino Brunello di Montalcino (quello che stabilisce il 100% sangiovese) non deve essere cambiato. I 149 rappresentano circa il 60% sia dei voti e che dei soci del Consorzio.

 

 

Forse per la prima volta nella storia dell’agricoltura moderna, e certamente nel mondo dei vini di alta gamma, un foltissimo gruppo di produttori – anche fortemente disomogenei tra di loro – si è unito per sottoscrivere un documento, a tutela dell’eccellenza del proprio vino e della sua tipicità (100% Sangiovese).

 

Il fatto. I  proprietari di sette aziende agricole di Montalcino, preoccupati da possibili assalti al    disciplinare del vino Brunello, in vista della prossima assemblea del 27 Ottobre – voci sempre smentite nell’ufficialità, ma confermate dall’evidenza dei fatti e dalla loro strisciante insistenza – si sono uniti e hanno lavorato insieme, per raccogliere le firme degli altri produttori che – come loro – hanno a cuore la sostanza, la tipicità e la reputazione del loro vino.

Si tratta di un fatto inedito; aziende storiche, agricoltori autoctoni e anche imprenditori che non appartengono al contesto ilcinese,  hanno lavorato fianco a fianco per difendere il Brunello, vera star del made in Italy, e ci stanno riuscendo.

Hanno raccolto ben 149 firme di aziende socie e 4 non socie, pari al 59,44% dei produttori, e al 59,61 % dei voti. I firmatari hanno sottoscritto un documento con cui rendono palese la loro volontà di mantenere INTATTO il disciplinare e che li impegna pubblicamente al suo rispetto.

 

Oltre che un impegno sotto il profilo legale, si tratta di una dichiarazione che ha un profondo significato etico e morale, sia nei confronti del territorio ilcinese – in cui essi operano – sia nei confronti degli appassionati di quel vino e della terra che lo produce.

 

Difendendo l’identità del Brunello di Montalcino, questi produttori agiscono anche in favore di  tutti i prodotti tipici del made in Italy, che in un momento di stretta economica globale – se ben sostenuti nei fatti – possono aiutare tutto il nostro paese.

 

Il documento è stato presentato al Presidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino, al Sindaco di Montalcino e al Ministro per le Politiche agricole e forestali, in data 15 Ottobre 2008.

 

 

 

Montalcino, 21 Ottobre 2008

 

 

 

 

Per informazioni, contattare le aziende promotrici della raccolta delle firme:

Tenuta Il Greppo – Biondi Santi: +39-0577-848087

Tenuta Il Poggione: +39-0577-844029

Tenuta Col d’Orcia: +39-0577-80891

Fattoria dei Barbi: +39-0577-841111

Tenuta Le Potazzine:+39-0577-846168

Az. Agr. Tiezzi Enzo: +39-0577-848187

Az. Agr. Caprili: +39-0577-848566

Annunci
Published in: on 21/10/2008 at 4:57 pm  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://divinoscrivere.wordpress.com/2008/10/21/comunicato-stampa-153-produttori-di-brunello-di-montalcino-uniscono-le-loro-forze-per-salvaguardare-la-tipicita%e2%80%99-di-questo-grande-prodotto-del-made-in-italy/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: