Tratto da “Esalazioni etiliche” di Roberto Giuliani: Niente tabù a Terre di Vite, ma solo un bellissimo totem

Se ne è parlato, forse non abbastanza, sta di fatto che al prossimo Terre di Vite, evento multiculturale che ruota intorno al nettare di Bacco, che si svolgerà nelle sale del bellissimo Castello di Buronzo, a pochi chilometri da Vercelli, sabato 13 e domenica 14 novembre 2010, verrà presentato in anteprima un progetto multimediale denominato “Calici d’Arte“, che darà l’opportunità a tutti i presenti di poter ascoltare musiche e poesie abbinate ad un vino di ogni azienda partecipante. E’ il frutto di un impegnativo lavoro di ricerca al quale ho avuto il piacere di partecipare. Siamo partiti dalla convinzione che il vino possa essere ispiratore di melodie, e che senza dubbio, trovi nella poesia un perfetto alleato e sostenitore.
Abbiamo così chiesto ai 24 produttori presenti a Terre di Vite di scegliere un vino tra quelli presentati a Buronzo; a quel vino (uno per ogni produttore) abbiamo abbinato una musica e una poesia. Sono state necessarie diverse sedute di degustazione e l’ascolto di più di 500 cd musicali di vario genere; il progetto è stato curato da tre persone: Elena Conti e Barbara Brandoli di Terre di Vite ed il sottoscritto. Scelte le 24 musiche, quest’ultime sono state abbinate a 24 poesie di altrettanti poeti della casa Editrice L’Arcolaio di Forlì , selezione avvenuta grazie alla collaborazione con l’editore Gianfranco Fabbri che ci ha messo a disposizione le raccolte dei suoi autori. Le musiche e le poesie sono state consegnate all’attore Fabio Calabrò che ha composto le tracce registrando le letture dei testi poetici con la propria interpretazione e con diverse impostazioni vocali sui brani musicali selezionati. Questo progetto ha dato origine a un “Totem multimediale” tridimensionale che verrà posto al centro della sala mostra del Castello di Buronzo; il visitatore potrà così avvicinarsi con il calice in mano, selezionare gli abbinamenti che desidera ed ascoltare attraverso le cuffie in dotazione al totem. Un punto di vista diverso, fatto di altre parole e altri suoni, al fine di ampliare le sensazioni e le emozioni che un calice di vino può regalare. Ci crediamo molto, perché è un progetto che nasce da una passione condivisa, vino, musica e arte fanno parte delle nostre vite e riteniamo che un lavoro di questo tipo possa dare un contributo utile e importante, e che possa aprirci le porte ad un altro modo di vivere e “sentire” il vino, non come oggetto o fenomeno isolato, ma come parte integrante delle molteplici espressioni della creatività umana.
Insomma, “Calici d’Arte” è un progetto unico nel suo genere che non mancherà di sorprendere; una ragione in più per non mancare sabato 13 e domenica 14 novembre prossimi al castello di Buronzo. Non mancate!

Per informazioni sull’evento, visitate il sito www.terredivite.it

da: http://www.lavinium.com/laviniumblog/niente-tabu-a-terre-di-vite-ma-solo-un-bellissimo-totem.html

Published in: on 31/10/2010 at 7:40 am  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://divinoscrivere.wordpress.com/2010/10/31/tratto-da-esalazioni-etiliche-di-roberto-giuliani-niente-tabu-a-terre-di-vite-ma-solo-un-bellissimo-totem/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: