Boca “Il Rosso delle Donne” 2005 Cantine del Castello Conti

Immagine

La conoscenza del vino è un’idea imperfetta perché la natura vive la sua vera espressione nella mutevolezza e crea i suoi capolavori attraverso il rinnovamento continuo. Il Boca “Rosso delle Donne” Conti 2005 è un vino che cammina a piedi nudi nella direzione essenziale del divenire. Rosso rubino intenso, un colore che avvolge e rassicura così come le mani di papà Ermanno. Mani che hanno saputo cogliere, trattenere e restituire il sapere e l’amore racchiuso nella cura del vigneto e nella lavorazione in cantina. Elena, Anna e Paola Conti, tre figlie, tre libri da scrivere. Fogli bianchi da riempire di memoria, parole e gesti che hanno tracciato un solco e costruito un ponte tra il passato e il futuro. Rosso è il pensiero di Elena quando sorride alle vite e alla vita, rosso è il tramonto che l’accarezza quando alla sera fa ritorno in cantina. Danza il Boca nel calice lasciando trasparire la passione e la cura, l’attenzione necessaria e la sensibilità oltremodo offerta, l’arte del creare che non è preceduta da interessi. La potenza della tradizione che abbraccia la creatività genera ciò che solo si può definire “vino vivo”. Un estasi sublime di profumi che arrivano carichi e netti, parole infilate una dopo l’altra che ricordano la descrizione di un’atmosfera rilassante e carica di attese. Un sipario rosso rubino intenso che si alza e si scopre un attore e uno spettatore, un vino questo Boca Conti che sa parlare e ascoltare, che accarezza e che rivendica l’appartenenza al territorio. Una musica da interpretare, uno spartito variabile anno dopo anno, clima dopo clima, ispirazione dopo ispirazione così come dovrebbe essere ciò che noi chiamiamo: l’opera dell’artista. Al naso è un cofanetto di profumi, un bouquet di rose rosse appassite e piccoli frutti rossi che spingono verso la passione e che invitano le labbra e la lingua al contatto. Subliminare le papille gustative, un compito che semmai gli fosse stato affidato, il Boca Rosso delle Donne esegue con eleganza e all’interno di quel silenzio che solo chi sa parlare al passato guardando verso il futuro osa decifrare. La mineralità e l’acidità elevano ciò che il frutto ha creato, il tannino scalpitante che spinge nel rivendicare il diritto d’attesa, come se tutto questo non fosse già una promessa, come se in questo calice non fossero già racchiuse le potenzialità dell’annata e la bellezza del rispetto e della sensibilità che Elena dedica quotidianamente alle sue vigne. Viene voglia di brindare con questo Boca, anche se non ce ne è bisogno, anche se non è il momento, qui si brinda al divenire, all’unica certezza di un sentire comune che va nella direzione del continuo mutamento, vivendolo all’interno dei cicli naturali dell’agricoltura e della vita stessa.

 (barbara brandoli)

CANTINE DEL CASTELLO CONTI – di Conti Elena, Anna e Paola

Via Borgomanero, 15 – 28014 Maggiora (NO)

www.castelloconti.it 

Published in: on 17/03/2013 at 10:45 pm  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://divinoscrivere.wordpress.com/2013/03/17/boca-il-rosso-delle-donne-2005-cantine-del-castello-conti/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: