Sabato 24 Settembre, Divino Scrivere al Poesia Festival

www.poesiafestival.it 

 

Sabato 24 Settembre

Ore 17.00 | Levizzano Rangone, Castello
Divino scrivere
Lettura di poesie, degustazione e musica a cura dell’associazione Divino Scrivere. Testi tratti da libri della casa editrice L’Arcolaio di Forlì, letture a cura di GIULIA MISCIOSCIA con accompagnamento musicale. Degustazione di 3 vini, Lambrusco Grasparossa doc, a cura di Barbara Brandoli (sommelier e presidente dell’Ass. Divino Scrivere). Evento gratuito aperto al pubblico.

 

Published in: on 21/09/2011 at 11:44 am  Lascia un commento  

L’Ass. Culturale Divino Scrivere invita tutti ad andare a votare al Referendum del 12-13 Giugno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Divino Scrivere è un’ass. culturale ma prima di tutto è un Circolo Arci Modena. Una scelta che abbiamo fatto 4 anni fa e che rifarei ogni giorno. Prima come Arci, poi come Divino Scrivere, invitiamo a sostenere l’abrogazione dei punti previsti dai quesiti, votando quattro volte sì. Invitiamo a votare quattro volte sì per dire no alla privatizzazione dell’acqua, contro la speculazione nella gestione dell’acqua, per dire no alla costruzione di centrali nucleari in Italia e per una giustizia uguale per tutti.

Barbara Brandoli

Published in: on 11/06/2011 at 12:39 pm  Lascia un commento  

To be lambrusco, Castello di Levizzano Rangone 17 e 18 Ottobre 2010

 

TO BE LAMBRUSCO – ESSERE LAMBRUSCO

Essere Lambrusco. Per alcuni è un’esigenza, per altri una scelta…

17 e 18 ottobre Castello di Levizzano Rangone (MO) 

 

E’ a questi che sarà dedicato To Be Lambrusco, manifestazione per chi crede che il Lambrusco non sia una scelta di serie B ma To Be. Organizzata dal Simposio dei Lambruschi, associazione nata a inizio anno, composta dalle aziende Pederzana, Villa di Corlo, Fiorini, Ca’ Berti, Paltrinieri, Fattoria Moretto, Podere il Saliceto, Francesco Vezzelli, To Be Lambrusco si terrà il 17 e 18 ottobre nello splendido castello di Levizzano Rangone (IX secolo) in del comune di Castelvetro di Modena, immerso nelle dolci colline multicolori a pochi chilometri da Modena. La manifestazione vedrà un momento per ogni target, dal consumatore finale ai professionisti del settore. A  questi sarà dedicato l’appuntamento più originale, il concorso “Il Lambrusco cerca moglie”, che vedrà i sommelier lasciare il taste vin per scendere ai fornelli inventando una ricetta ideale in abbinamento al Lambrusco.

Per la prima volta, quindi, non si partirà dal piatto per scegliere il vino ma avverrà l’esatto contrario! Tutti i sommelier che esercitano la professione potranno prendere parte al concorso contattando 0039 335 342485 – info@simposiodeilambruschi.it.

Le finali si terranno lunedì 18 durante l’evento davanti ad una giuria di esperti e non mancheranno i colpi di scena. Accanto al concorso, l’intera giornata offrirà il banco d’assaggio per gli addetti ai lavori, dove si potranno incontrare le aziende socie del Simposio ma anche i colleghi “ospiti”, i produttori del Convito di Romagna e del Mosaico Piacentino, completando così idealmente la conoscenza di Lambrusco Modenese, Sangiovese di Romagna e Gutturnio.

Il banco d’assaggio si terrà anche la domenica e sarà aperto al pubblico. Potranno partecipare all’evento persino le famiglie. A To Be Lambrusco, infatti, anche i bambini saranno ospiti graditi, grazie al percorso didattico realizzato in collaborazione con le scuole elementari e medie di Modena. I consumatori di domani potranno, quindi, imparare a conoscere come l’uva diventi vino in modo divertente assieme a personale qualificato, mentre i genitori si godranno qualche ora di tranquillità degustando i prodotti delle circa venti cantine. Non mancheranno le specialità gastronomiche del territorio, dai grandi classici come il Parmigiano Reggiano e l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena a prodotti innovativi come il Balsamela.  

Infine, To Be Lambrusco diverrà il punto ideale per la conoscenza di tutto il territorio di Castelvetro, ricco di castelli, borghi medievali e paesaggi mozzafiato, segnati da filari di vite, che in autunno, assumono le sfumature del rosso, del verde e del giallo.

 La giornata si concluderà con la cena gourmet realizzata da chef del calibro di Massimo Bottura de L’Osteria Francescana, Isa Mazzocchi del Ristorante La Palta di Piacenza, e Franco Aliberti del Ristorante Vite di San Patrignano.

L’evento, organizzato dal Simposio dei Lambruschi, è realizzato in collaborazione con il Comune di Castelvetro. 

 

Per informazioni ufficio stampa Gheusis Srl – info@gheusis.com tel 0422 928954

Published in: on 07/10/2010 at 9:47 am  Lascia un commento  

Corrado Guzzanti, massone contro il bavaglio… :))

Published in: on 19/07/2010 at 1:24 pm  Lascia un commento  

Aspettando Terre di Vite…

Barbara Brandoli, presidente dell’Associazione Culturale Divino Scrivere, propone un percorso di avvicinamento all’evento Terre di Vite che si terrà nel prossimo autunno (luogo e data in via di definizione).

Le interviste (forma scelta per dare voce agli interlocutori)  toccheranno per l’appunto svariati aspetti del tema prescelto (multicultura e intercultura). Partendo dalle parole di un giornalista fotoreporter che vive in Vietnam, passando tra quelle di studiosi di letteratura italiana e straniera, arrivando al dialogo con giovani musicisti, ascoltando i produttori svelare un lato curioso e poco visitato della materia, si cercherà di invitare il lettore prima, e il partecipante all’evento poi, a riflessioni, considerazioni e a tutta la mole di pensieri che un trattato come la multiculturalità e/o l’interculturalità possono e sanno generare in noi.

Buona lettura!

Barbara B.

Published in: on 03/06/2010 at 5:48 pm  Lascia un commento  

Sabato 27 Febbraio: Terre di Vite al Castello di Levizzano- Castelvetro- Modena Dalle ore 11.00 alle 21.00

 

 

I banchi d’assaggio di un gruppo di produttori di vino di assoluto rilievo, ma anche una personale di pittura, un percorso fotografico, un convegno sul tema della decrescita e una lezione su essenzialità e sottrazione: si preannuncia ricco il programma della seconda edizione di Terre di vite (www.terredivite.it), manifestazione enologico – culturale itinerante dedicata al rapporto tra vino, arte e cultura. Il filo conduttore della giornata sarà rappresentato dai temi della decrescita e della sostenibilità, intese come modelli di vita, produzione e consumo ma anche come modalità espressive. Nel programma delle iniziative trovano spazio un convegno sul tema Produrre, commerciare, consumare in modo etico e sostenibile: il mondo del vino di fronte alla sfida della decrescita (ore 15), che vedrà impegnati in una riflessione collettiva il Direttore di Carta Pierluigi Sullo, Giovanni Camocardi di Officina Enoica, Marco Arturi e i produttori Ampelio Bucci e Fabrizio Niccolaini, una lezione tenuta dal fondatore di Porthos Sandro Sangiorgi (ore 18) dal titolo Il senso del vino: raggiungere l’essenza attraverso la sottrazione (emozioni e scrittura), una personale del pittore reggiano Marino Iotti punteggiata dalle suggestioni poetiche di Paolo Fichera, un percorso fotografico con le immagini catturate da Francesco Orini e le performances artistiche del britannico Chris Channing. Nelle sale del Castello di Levizzano Rangone, struttura restaurata di recente, i visitatori avranno modo di apprezzare anche le offerte gastronomiche del territorio, con banchi dedicati a produzioni di eccellenza come gli aceti balsamici tradizionali di Modena, il Nocino e diversi presìdi alimentari. Nel corso della manifestazione sarà possibile inoltre visitare l’esposizione permanente di attrezzature per la viticoltura.  Terre di Vite – manifestazione organizzata da Elena, Anna e Paola Conti, Barbara Brandoli dell’Associazione culturale Divino Scrivere e Marco Arturi con il patrocinio e la collaborazione  del Comune di Castelvetro – nasce allo scopo di offrire al pubblico la possibilità di un approccio differente con il vino, in una sorta di “zona franca” all’interno della quale sia possibile restituire al vino e alla terra una dimensione autentica, al fine di rendere loro quella dignità spesso sacrificata per assecondare le indicazioni del marketing e delle mode. La scelta dei produttori presenti non è casuale: tutti si contraddistinguono per il livello etico e qualitativo del loro lavoro, che passa per la scelta della naturalità e per il rispetto del territorio in un’ottica culturale. Tra loro ci sono nomi di assoluto rilievo, espressioni delle denominazioni più prestigiose, ma anche giovani che si stanno imponendo per talento e passione.

La lista è la seguente:  A’ Vita – Calabria /Antoniolo – Piemonte/Ar.Pe.Pe. – Lombardia /Bonavita – Sicilia/ Ca’ Berti – Emila Romagna /Cantine del Castello Conti – Piemonte /Cappellano – Piemonte /Carbone – Basilicata/ Crociani – Toscana /Dario Princic – Friuli Venezia Giulia /Viticoltori De Conciliis – Campania /Fattoria Moretto – Emilia Romagna /Fiorini – Emilia Romagna /Il Colle – Toscana /Le Piane- Piemonte/ Massa Vecchia – Toscana /Paltrinieri – Emilia Romagna /Rinaldi Giuseppe – Piemonte /Villa Bucci – Marche. 

 Dalle ore 11:00 alle 21:00 apertura banchi d’assaggio (orario continuato)

Sala Convegni: ore 15.00 “Produrre, commerciare, consumare in modo etico”

ore 18.00 “Il senso del vino: come arrivare all’essenza attraverso la sottrazione”

Contributo d’ingresso 15 euro + 5 euro cauzione calice

Castello di Levizzano Rangone – Castelvetro (MO)  Tel. Marco Arturi: 338.1052937 –

 Tel. Barbara Brandoli: 338.5474185  email: info@divinoscrivere.it

Per conoscere gli indirizzi dei ristoranti, alberghi e agriturismi convenzionati con “Terre di Vite” consultare il programma sul sito www.terredivite.it

INVITO TDV LEVIZZANO

Published in: on 24/02/2010 at 7:17 am  Lascia un commento  

Verso Terre di vite: degustazione in anteprima tutta al femminile…

Verso Terre di vite:

Ar.Pe.Pe., Castello Conti e Crociani in degustazione a Modena
Enogastronomia Stallo del Pomodoro
sabato 23 gennaio, ore 17-20  –  Ingresso gratuito
Infoline 338.5474185   059.360119

Comincia con un appuntamento imperdibile per ogni enoappassionato la marcia di avvicinamento a Terre di vite, manifestazione enologico – culturale di rilievo nazionale che approderà al Castello di Levizzano Rangone il 27 febbraio prossimo. Valtellina, alto Piemonte e Montepulciano a confronto attraverso i vini di tre grandi cantine, ognuna magistrale interprete del territorio di riferimento. Storie diverse ma accomunate dalla passione e dalle scelte etiche, che verranno raccontate da Isabella Pelizzatti Perego, Elena Conti e Susanna Crociani, tre donne giovani e determinate che si sono dimostrate capaci di raccogliere eredità “pesanti” con capacità e dedizione. Si tratterà di un viaggio affascinante, dall’austerità dei nebbioli di montagna alle sorprese di quelli dell’alto Piemonte, passando per la purezza che rappresenta il segno distintivo della produzione di Crociani per il sangiovese di Montepulciano. Grandi vini di territorio, grandi storie da raccontare, perché il vino non è mai soltanto vino ma un bene culturale a tutti gli effetti.

Ar.Pe.Pe. Rappresenta il nome di riferimento per l’intera produzione di una zona importante come la Valtellina. I suoi vini, capaci di lunghe evoluzioni, rappresentano un must per la straordinaria complessità che li caratterizza, propria dei grandi nebbioli: profondità, austerità e armonia nel segno della tradizione. Isabella ed Emanuele hanno recentamente raccolto l’eredità del padre Arturo, magistrale interprete del nebbiolo, con risultati eccellenti. Alcune etichette di questa azienda – Rocce Rosse, Vigna Regina, Stella Retica e Buon Consiglio – hanno ormai assunto una valenza quasi mitologica tra gli addetti ai lavori.

Cantine del Castello Conti E’ uno dei nomi di maggiore interesse di una zona che sta emergendo prepotentemente come quella del Boca. Si tratta di un’azienda tutta al femminile i cui vini sono concepiti come sintesi tra le caratteristiche dei nebbioli della zona: forza, austerità, essenzialità, equilibrio. Le sorelle Anna, Elena e Paola sono protagoniste di una vicenda esemplare in quanto a dedizione, testimoniata dal sempre maggiore consenso che si manifesta attorno alle loro produzioni, inequivocabile testimonianza del valore culturale che può essere assunto da una bottiglia di vino.

Crociani E’ il nome di quella Montepulciano che non si arrende alle mode, che è capace di difendere sé stessa dall’omologazione che sta svilendo gran parte delle produzioni del territorio. La storia di Susanna, che ha preso le redini della cantina dopo la recente scomparsa del fratello Giorgio, merita di essere raccontata per l’amore, la passione e il coraggio che la contraddistinguono e che si riflettono nei vini, da un Nobile di Montepulciano di impareggiabile purezza e finezza fino a un Vin Santo che circola tra gli appassionati come una leggenda.

Sede della degustazione, a ingresso libero, sarà  l’Enogastronomia Stallo del Pomodoro in Via Emilia Est 417 (di fianco all’Hotel Fini) sabato 23 Gennaio dalle ore 17 alle 20.    www.stallodelpomodoro.it

Enoteca Stallo del Pomodoro

Published in: on 17/01/2010 at 11:31 am  Lascia un commento  

Verso Terre di Vite…Alberghi e Residence nelle vicinanze con convenzioni speciali per l’evento del 7 Novembre.

In occasione dell’evento Terre di Vite che si terrà sabato 7 Novembre presso le Cantine del Castello Conti a Maggiora (No) www.castelloconti.it abbiamo contattato i seguenti alberghi e residence che per la sera di sabato applicheranno sconti speciali per chi  presenterà il biglietto d’ingresso a
Terre di Vite.
logo terre di vite

HOTEL RINALDO: Via Foscolo, 31
28021 Borgomanero (No)
Tel: 0322.845264 fax. 0322.82410 cell. 338.7233729
info@hotelrinaldo.it    www.hotelrinaldo.it

HOTEL RAMO VERDE: Via Matteotti,1
28021 Borgomanero (No)
tel: 0322.81479 fax: 0322.844594
hotelramoverde@tiscali.it www.hotelramoverde.it 

  

ALBERGO RESIDENCE ISOTTA:  Via Pozzarino, 1
28010 Veruno (No)
tel: 0322.830502 fax: 0322.830708
info@residenceisotta.it    www.residenceisotta.it

HOTEL CORTESE: Via Due Riviere, 34
28011 Armeno (No)
tel: 0322.999081 fax: 0322.999067
info@cortesehotel.it www.cortesehotel.it

 

Published in: on 15/10/2009 at 2:39 pm  Lascia un commento  

Cancellation of Taurasi fair was politically motivated

letera_sindaco

Su Vinowire, la rete di informazione in lingua inglese sul vino italiano, ideata da Jeremy Parzen e Franco Ziliani, è apparso un editoriale a firma del sottoscritto sulle vicende riguardanti l’annullamento della fiera di Taurasi, gentilmente tradotto da Jeremy Parzen.

L.M.

Published in: on 02/09/2009 at 12:26 am  Lascia un commento  

Caso Taurasi, i giornalisti dell’Arga Campania incontrano l’assessore regionale Nappi

Tratto dal sito di Luciano Pignataro:  www.lucianopignataro.it   1/09/2009

Caso Taurasi, i giornalisti dell’Arga Campania incontrano l’assessore regionale Nappi

Oggi vi consegnamo la conclusione della vicenda che ha tenuto banco qui al Sud questa estate. Grazie alla caparbietà dell’Associazione Divino Scrivere, è stata organizzata in collaborazione una raccolta di firme on line che ha raccolto nomi di appassionati, esperti, operatori, indignati per la decisione di abolire la Fiera Enologica di Taurasi con la scusa della legge.

 Barbara Brandoli e Luigi Metropoli hanno ascoltato sull’argomento il presidente della Pro Loco Tranfaglia, i giornalisti Franco Ziliani, Sandro Sangiorgi, Roberto Giuliani, Marco Arcuri e Alessandro Franceschini.

L’Associazione Regionale Giornalisti Agricoli presieduta da Geppina Landolfo è intervenuta sul tema e portato la questione a livello nazionale grazie al consigliere Giampaolo Necco.

 La consegna simbolica delle firme avverrà nel corso dell’incontro fissato lunedì 7 settembre con l’assessore regionale all’Agricoltura Gianfranco Nappi. Non si ha la pretesa di indicare alcuna soluzione, ma solo di sollevare il problema e sottolineare la gravità di quanto accaduto.

Published in: on 01/09/2009 at 6:58 pm  Lascia un commento